Buon anniversario L’Avana

Tra pochi giorni, il 16 novembre, la capitale cubana celebra i 500 anni dalla fondazione e per l'occasione il Governo ha deciso di restaurare i suoi (simbolici) palazzi d'epoca. Boero, storica azienda italiana, è stata coinvolta nel progetto

I colori appartengono a un territorio. Non solo geografico, appartengono a una precisa realtà socioculturale.

Ho cominciato a ragionare su questo indissolubile legame qualche anno fa, durante un corso di aggiornamento dove ho conosciuto la color designer Francesca Valan. Il suo è un lavoro di consulenza a diversi livelli, ma, in sintesi, riguarda la scelta del colore più adatto, in quel determinato luogo e periodo storico, per un edificio, un intero Comune (penso ai piani del colore) o un nuovo prodotto. Il designer del colore è una figura che deve avere dimestichezza con due campi di conoscenza ben precisi, uno legato alla matematica (la ruota e l’andamento dei trend dei colori contengono, infatti, diversi aspetti matematici), l’altro legato alla sociologia.

Tralasciando l’aspetto più tecnico (dove non oso addentrarmi per poca conoscenza, ma per chi volesse approfondire esistono intere bibliografie dedicate alla ruota cromatica), quello sociologico è facilmente intuibile grazie a un  esempio concreto che ho, anche questo, ereditato dal mio incontro con la Valan:

“Quando negli anni 50 in Italia hanno cominciato a proporre elettrodomestici dai colori pastello, il Paese era appena uscito dalla guerra, stava entrando in un periodo di crescita economica e uno dei bisogni, per la donna che passava la maggio parte del tempo a casa, era quello di poter godere di una nuova spensieratezza. Ci si poteva permettere, quindi, un nuovo frigorifero e questo, perché no, poteva anche essere rosa o azzurro.”

Old Havana by Maurizio De Mattei

I colori degli edifici rispondono alla stessa esigenza socioculturale, ma rispetto ai prodotti sono ancora più condizionati dal legame con il territorio che li ospita, sia per l’eredità storica e architettonica con la quale si confrontano che per il paesaggio naturale con il quale dialogano.

La nuova linea di pitture per esterni presentata da Boero, Habana 500, nasce proprio dallo studio attento di un territorio specifico, quello della città di L’Avana.

Il 16 novembre 2019 la capitale cubana festeggia un importante anniversario, i suoi primi 500 anni di storia, e tra le numerose iniziative messe in atto dal Governo è stato varato un piano per rinnovare le tinte dei suoi celebri palazzi. Boero, grazie alla sua esperienza nella realizzazione di piani di colore – tra i quali, per esempio, il Progetto delle 5 Terre, Patrimonio dell’Umanità Unesco – è stata coinvolta in questo progetto in collaborazione con Vitral, azienda statale cubana produttrice di pitture e vernici.

L’intervento di Boero a Cuba, attualmente in corso, si sta sviluppando su diversi fronti:

  • supporto all’azienda locale per il miglioramento della capacità produttiva
  • studio di prodotti specifici in grado di resistere alle caratteristiche climatiche locali, in particolare prodotti “tropicalizzati”
  • organizzazione di corsi di formazione per le maestranze
  • creazione di una gamma di colori ad elevate prestazioni formata da 19 cromie (tra smalti e quarzi) nate in seguito a un attento studio di rilevanza storico-architettonica
Teatro America by Maurizio De Mattei

Il progetto di riqualificazione urbana riguarda, per ora, le facciate degli edifici delle avenidas più conosciute de L’Avana quali Paseo, 10 de Octubre, Presidentes e Galliano. Quest’ultima, conosciuta come Avenida Italia, ospita il Teatro America, luogo simbolo della vita musicale della città e una delle opere architettoniche più interessanti, inaugurato nel 1941 e ancora intatto nei decori e negli arredi. Il restauro della facciata del teatro, caratterizzata dalla ripartizione in semplici linee verticali in netto contrasto con l’orizzontalità del tendone, è una delle opere già ultimate da Boero.

L’azienda genovese Boero, la cui attività ha origine nel 1831, ha cominciato ad avere dei legami con Cuba nel 2017, per una serie di commesse di rilievo alle quali sono state subito affiancate operazioni di solidarietà, come la ricostruzione gratuita di diverse architetture della città di Baracoa, distrutta dall’uragano Matthew nell’ottobre del 2016. Tra queste, la chiesadi Nuestra Señora de la Asunción, un antico edificio di culto nonché il luogo originale dove fu portata e conservata la Santa Croce della Vite, l’unica ancora esistente delle 29 croci che Cristoforo Colombo portò dalla Spagna al nuovo mondo.

Da allora il rapporto con l’isola si è andato intensificando e consolidando fino all’attuale operazione dedicata alle facciate del centro storico de L’Avana, definita da Andreina Boero, Presidente del Gruppo:

“…un progetto che abbiamo affrontato con impegno, passione e competenza. L’Avana è una città unica, la cui immagine in tutto il mondo è legata proprio ai colori sgargianti delle sue architetture, e che con il nostro contributo sarà restituita ai cubani al massimo dello splendore”.

Old Havana by Maurizio De Mattei

Articoli simili

Web Design: Ivan Rachieli