È l’anno della luce

iGuzzini presenta Laser Blade XS 'The Blade', un'icona di precisione che porta l'illuminazione nel futuro

Come ogni anno dispari, il Salone del Mobile di Milano propone l’edizione biennale di Euroluce. La luce di cui voglio scrivere qui, però, non è rappresentata da una delle tante lampade, più o meno belle e di design, che vedremo dentro e fuori dalla Fiera di Rho, ma da un nuovo sistema illuminante, forse meno appariscente, sicuramente più tecnologico.

Ho avuto il piacere di assistere alla prima tappa londinese del tour mondiale di presentazione di Laser Blade XS ‘The Blade’ l’ultima soluzione per l’illuminazione di iGuzzini, che colpisce, prima di tutto, per le sue dimensioni miniaturizzate. Per quei casi in cui la luce deve essere vista, l’apparecchio illuminante no.

Dal disegno logicamente minimale,‘The Blade’ permette di ottenere, in base alle specifiche esigenze, una luce simmetrica che illumina in modo uniforme le superfici verticali (parliamo del modello Wall Washer) o una luce caratterizzata da coni illuminanti in contrasto (modello High Contrast).

Laser Blade XS ‘The Blade’ modello Wall Washer
Laser Blade XS ‘The Blade’ modello High Contrast

Addentriamoci ancora un po’ tra le caratteristiche tecniche di questo sistema: tra i sistemi wall washer si tratta del più piccolo al mondo con queste prestazioni, mentre tutti i coni di luce garantiscono un ottimo comfort visivo grazie alla posizione arretrata dei LED rispetto al corpo diffusore. C’è ancora un dettaglio che ci tengo a raccontare, la tecnologia Tunable White che permette di regolare la temperatura colore della luce, ovvero la sua variazione nel bianco (avete in mente quando si sceglie la lampadina che produce luce ‘calda’ o ‘fredda’?).

Il modello Wall Washer è il più piccolo al mondo

Tornando al concetto da cui sono partita, qui siamo di fronte a una fonte di luce pressoché invisibile, ma capace di adattarsi a ogni situazione, garantendo una luce dinamica simile a quella naturale e migliorando il benessere psicologico delle persone. È evidente che si tratta di un prodotto più rivolto ai progettisti che al singolo privato, ed è per questo che il tour di presentazione è partito proprio da Londra, la città con il maggior numero di studi di Lighting Design al mondo, per poi proseguire a Düsseldorf, Berlino, Parigi e Sydney.

E a proposito di Londra, iGuzzini con la London School of Economy e il Social Light Movement, sta portando avanti il progetto ‘Configuring Light – Staging the social‘. L’obiettivo è quello di creare un manuale destinato ai lighting designer in cui lo studio e la progettazione della luce non sia solo un insieme di dati tecnici, ma sia basato sulle metodologie delle scienze sociali. Grazie a questo progetto, iGuzzini ha realizzato diversi piani di riqualificazione: in un quartiere di Londra, nella città di Muscat (Oman) e nel Souq a Dubai.

Articoli simili

Web Design: Ivan Rachieli