Qui è nato il Tiramisù

Il restyling dello storico ristorante trevigiano che ha dato i natali al dolce più famoso al mondo. Colori pacati e materiali naturali secondo tradizione

«Le Beccherie» a Treviso ha perso l’aspetto del ristorante tipico per acquisire un’atmosfera sofisticata, in linea con la cucina del giovane chef Federico Moro, che punta su un menu di piatti tipici, con molto pesce, a km quasi zero e basato sulla stagionalità degli ingredienti. Piatto forte è il Tiramisù inventato da Alba Campeol e dal cuoco Roberto Linguanotto, proposto anche nella versione scomposta o al sapore d’orzo.

«Le Beccherie», con il nuovo co-branding e concept design nato dalla collaborazione tra Antonio Gatti, Gatti Project e Paolo Lai, non rinnega ma reinterpreta le antiche tradizioni. Su piazzetta Ancillotto, alle spalle della centrale Piazza dei Signori, il primo salotto all’aperto che anticipa il portico collegato alla zona aperitivi: pareti in un avvolgente color ottanio, dove campeggiano il bancone e le antiche pentole in rame della famiglia Campeol (proprietaria del locale), che scendono dal soffitto.

Foto di Andrea Pancino
Foto di Andrea Pancino
2_509x768 4_512x768

Il locale è un susseguirsi di spazi empatici: l’ingresso accoglie, il bar e la cucina a vista comunicano la convivialità antica della città, mentre la sala con il soffitto in travi di legno e la veranda affacciata sul canale dei Buranelli la storia del locale. Spazi che giocano sulla gradazione di grigi, verdi, ottani e sulle diverse tipologie di lampade a sospensione, dalla luce calda e soffusa per un’ambientazione intima quasi confidenziale, sui comodi divani e le poltroncine (linea Ville Venete) in velluto rasato e i piccoli tavoli quadrati in noce canaletto.

L’interior design è impostato su forme semplici e squadrate, dal sapore vintage, fra cui le strutture a muro in ferro e legno per l’esposizione di prodotti o dei bicchieri del bar. Niente eccessi, ma una sobria eleganza che invita all’assidua frequentazione, anche solo per uno spritz.

Articoli simili

Web Design: Ivan Rachieli