Come il ghiaccio si è trasformato in gelato. A Oslo

Un mondo colorato e fiabesco che accende la voglia di gelato nella fredda Oslo!

C’è aria di neve in questi giorni a Milano e allora mi è venuta voglia di raccontare una storia ambientata nel Nord Europa. È la storia su cui si fonda il concept brand della gelateria Diplom-is. all’interno di un parco di divertimenti vicino a Oslo.

Protagonista è Eskimonika che vive al Polo Nord dove tutto appare incolore e triste. Un giorno mentre si lamenta di ciò con il suo migliore amico, un orso polare, decide che avrebbe fatto un buco nel ghiaccio per tenerci tutte le sue cose. Detto fatto! Eskimonika prende in prestito la macchina per perforare il giaccio di suo padre e crea una buco. Improvvisamente tutti i sapori escono dal buco in un’esplosione di colori e il ghiaccio se ne appropria diventando colorato e gustoso.

_DSC0375-ready_1024x683 _DSC0465-ready_1024x674 _DSC0453-ready_1024x674

L’interior design e la grafica della gelateria riprendono questa storia. La colonna al centro del negozio, su progetto di  AS Scenario Interior Architects, rappresenta l’esplosione dei gusti (fragola, cioccolato, pistacchio, mango etc.) che dal ghiaccio (pavimento) schizza sul soffitto.

Tutti i bambini sono invitati ad aiutare Eskimonika a mangiare il ghiaccio prima che si sciolga e scorra lungo i muri. Il soffitto è realizzato con onde colorate in legno che simulano il gelato che cola. Il pavimento «a lastra di ghiaccio» ripropone l’ambiente polare dove abitano i pinguini. Per accedere alla zona dei gelati posizionata sul fondo c’è una grande pedana in legno, che aiuta i bambini a raggiungere meglio l’altezza degli espositori dei gelati.

Le pareti sono dipinte in color vaniglia per creare un contrasto con il circostante parco di divertimenti. I bambini giocano e non sentono più il freddo: la gelateria Diplom-is è completamente dedicata a loro per colori, ambientazione e gusti. E a noi adulti che varchiamo quella soglia scatta immediata la voglia di ritornare bambini.

Articoli simili

Web Design: Ivan Rachieli