Design su misura nel cuore di Bologna

Un piccolo, accogliente, showroom dove curiosare tra pezzi di design di fama internazionale e proposte di autoproduzione

«Un consiglio sul design al giorno, leva l’architetto (cioè me) di torno»

È l’attacco del blog di Chiara Melandri, architetto di Bologna che nel 2009 dà vita a Martinodesign: un progetto che tiene insieme un piccolo, interessante, showroom di arredamento e uno studio di progettazione.

Ho scoperto Chiara scrivendo i testi di una casa per CasaFacile (uscirà sul numero di giugno): mi ha colpito una lampada a sospensione, un semplicissimo bulbo, ma di cemento, così ho voluto vedere di chi fosse e sono capitata sulla pagina di Martinodesign. Da lì altri oggetti, molto spesso sconosciuti, e la voglia di andare a curiosare dal vero, perché internet aiuta, ma fino a un certo punto.

Nel frattempo parlo con Chiara al telefono, mi racconta di aver lavorato per uno studio di progettazione come interior designer, di aver vissuto un periodo a Londra e, una volta tornata a Bologna, di aver vinto un bando del Comune: ecco, quello è stato il segno che fosse giunto il momento di dare vita alla sua, personale, avventura lavorativa.

Si licenzia e trova i 40 mq perfetti per il suo negozio, a pochi passi dalle due torri. “Sì, perché grazie al mio periodo londinese – racconta Chiara – ho imparato un nuovo modo di fare “showroom”, più umano. Qui, spesso, siamo abituati a enormi e impersonali negozi di arredamento, dove è facile perdersi tra le infilate di cucine, divani o letti, e scordare lungo quel percorso le poche idee sulla propria casa che si avevano prima di entrare”.

Martinodesign Martinodesign Martinodesign

Uno showroom può essere anche minuscolo, l’importante è che dalla sua vetrina già ti racconti la sua storia. Una storia fatta di gusto e di scelte personali. Una storia fatta di viaggi e curiosità. A quel punto, se ti viene voglia di entrare, ci si può anche far progettare una villa o un ristorante: basta imparare a conoscersi e capirsi… e una buona progettazione in 3D.

Così Chiara, con il suo tono riservato, mi spiega che lei e i suoi collaboratori, hanno appena finito di progettare un hamburgheria a Bologna, un ristorante a Milano Marittima e un appartamento a Londra. Ma che quello che vuole esprimere attraverso il suo negozio è la libertà di andare a scoprire e scegliere oggetti ignoti, realizzati da giovani designer, magari autoprodotti.

Storytiles Storytiles Storytiles Storytiles

Ed è proprio da una delle sue ultime scoperte che io non riesco a togliere lo sguardo: sono delle piastrelle su cui sono dipinte delle tenerissime figurine, colte a fare un semplice, piccolo gesto. Sono appena arrivate, sottolinea Chiara: si tratta di piastrelle decorate a mano da una designer olandese, Marga Van Oers, che si possono usare come quadretti, da appendere singolarmente, o inserire, qua e là, in una parete rivestita con piastrelle monocolore. Ecco, è già un’idea, penso. Un regalo che Chiara a fatto a me. adesso, al telefono e uno dei tanti che, sono sicura, riceverà chi entra da Martinodesign per un consiglio su come sistemare una stanza, lo studio o un intero appartamento.

Articoli simili

Web Design: Ivan Rachieli