Al profumo d’agrumi

Un suggestivo hotel all’interno di un antico palmento siciliano. Fra aranci e limoni nel Parco dell’Etna

Chi l’avrebbe detto che un edificio rurale nascondesse tali meraviglie! Da antico palmento (luogo in cui si pigiava l’uva per produrre il mosto poi riposto in grandi vasche) ad hotel di charme nel Parco dell’Etna.

È lo Zash Country Boutique Hotel di Riposto (CT), paese marinaro della costa orientale siciliana, che l’architetto Antonio Iraci dello studio Archline ha trasformato in un’oasi dove la natura è protagonista e antico-contemporaneo si compenetrano.

Da subito si è catturati da una miriade di suggestioni e dall’atmosfera rilassante della grande piscina di fronte all’ingresso. La struttura sebbene di dimensioni contenute ospita una lounge, un ristorante, due meeting room con zona bar e nove camere: sette distribuite fra la casa padronale e l’ex cantina, e due realizzate ex novo come appendici proiettate sull’agrumeto.

Le camere sul giardino
Le camere sul giardino
La suggestiva piscina
La suggestiva piscina
Le nuove camere con vista sull'agrumeto
Le nuove camere con vista sull’agrumeto

Le radici storico-contadine dell’edificio manifestano ancora tutto il loro fascino (pietra lavica levigata dall’usura del tempo e la sequenza di volte a crociera in calce e pietra pomice) nelle aree pubbliche. Dove un tempo si pestava il vino oggi si può leggere in assoluto relax o sorseggiare un drink inebriati dal profumo degli agrumi.

Così, nell’antico palmento, un pezzo di castagno naturale s’incastona tra gli archi definendo l’area del bar, mentre intorno e dentro la vasca, dove un tempo si fermentava il vino, è stato ambientato il ristorante. Al primo piano si trovano quattro camere dagli alti soffitti a volta con grandi finestre che si affacciano sull’Etna da una parte e sul mar Ionio dall’altra. Altre tre camere si trovano in quelli che erano spazi per la conservazione del vino, ma inserite in bianchi volumi in resina.

La lounge con volte a crociera
l’ex cantina
La zona lounge con camino
La zona lounge con camino

Forte e suggestivo è il contrasto con le murature preesistenti in pietra lavica faccia vista che, restaurata e illuminata, riproduce in chiave contemporanea l’atmosfera antica. Le due stanze inserite in giardino rappresentano l’anima contemporanea della struttura originaria; sono caratterizzate da un unico rivestimento in pietra lavica (dalla vasca da bagno alla testata del letto) e racchiuse da un involucro vetrato, che ha come solo limite fisico e visivo il filare di aranci e limoni che le circonda.

Articoli simili

Web Design: Ivan Rachieli